Google+

Il decreto salva-mozzarella campana DOP

Post

Una buona notizia arriva dal fronte alimentare per quanto riguarda la protezione dei prodotti italiani di origine controllata. Da pochi giorni il Governo ha infatti pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale, il decreto del ministro delle Politiche agricole, Mario Catania, con il quale si da attuazione alle norme previste dalla legge 205/2008, il cosiddetto Decreto salva-mozzarella.

I produttori di mozzarella campana DOP, riuniti nel Consorzio di tutela, si sono detti molto felici di questa norma che va a recepire quanto i produttori stessi aveva chiesto al governo. Infatti, dopo un lungo iter legislativo e dopo discussioni che hanno interessato le varie parti coinvolte, la pubblicazione del decreto Salva-mozzarella arriva dopo 18 mesi dall’invio delle richieste del consorzio al Governo.

La novità presente in questa norma è che, da oggi in poi, per poter applicare il marchio mozzarella campana DOP sui propri prodotti si dovrà, oltre che seguire le procedure di sicurezza alimentare e di lavorazione previste dalla legge sul marchio di origine controllata, anche utilizzare esclusivamente latte proveniente da zone DOP.
In questo modo i latte DOP dovrà essere utilizzato nella produzione di mozzarelle, così da evitare l’utilizzo di latticini provenienti da altre località e da zone non DOP.

Nello specifico, con la nuova legge, per i consumatori sarà più facile distinguere tra i prodotti, che diventano di tre tipologie:

  • Mozzarella di Bufala Campana DOP, realizzata sia attraverso le procedure previste dalla legge sul marchio di origine controllate sia con latte DOP,
  • Mozzarella di Bufala campana Non-DOP, che sarà prodotta secondo modalità classiche ma sempre con latte DOP.
  • Mozzarella non certificata, realizzata con latticini provenienti dai territori più disparati.

Il consorzio rivendica a se questa importanza vittoria per il loro prodotto, anche grazie alla mobilitazione dal nome “Salviamo la Mozzarella di Bufala Campana DOP”, che ha coinvolto molte personalità dello spettacolo e dell’informazione a difesa di questo importante prodotto del made in Italy.